Una vera pasta alla Siciliana per la quale vado fuori di testa è proprio la pasta con le sarde.

Chiunque l’abbia mangiata almeno una volta non l’ha di sicuro dimenticata.

La pasta con le sarde ha una storia che risale all’epoca dei bizantini, IX secolo. Eufemio da Messina comandante della flotta bizantina dopo una serie di svariati tentativi di conquista dell’Isola insieme ai Saraceni, una notte con i soldati sfiniti da una battaglia durata fino all’alba, decide di dare il compito al suo cuoco di rifocillare le truppe con i pochi ingredienti che sarebbe riuscito a reperire.

Dove si trovassero poco importa, tutti i luoghi siciliani rivendicano la paternità del piatto, ma in verità ovunque tu vada la troverai buonissima. Comunque probabilmente si trovavano a Mazara del Vallo.

Allora il poco famoso cuoco reperisce delle sarde, non so se fossero fresche, del finocchietto selvatico (probabilmente per cammuffare il sapore del pesce), dei pinoli, zafferano e della pasta di frumento. Il gioco fu fatto, questo anonimo cuoco inventò la pasta con le sarde semplice no?

Alla fine a Palermo la fanno col sugo, a Bagheria e Catania in bianco, ma fidatevi è buona!

Se poi usate del pangrattato ben tostato toccherete il Paradiso.

pasta con le sarde semplice
pasta alla siciliana – pasta con le sarde semplice
pasta con le sarde semplice
pasta alla siciliana – pasta con le sarde semplice

Ricetta della pasta con le sarde semplice, molti ingredienti li potrete trovare sul nostro SHOP

Ingredienti per 4 persone

320 g. di spaghetti o bucatini

1 kg. di sarde fresche

50 g. di sarde sotto sale

1 cipolla

1 mazzo di finocchietto selvatico di montagna

uva passa

pinoli

olio d’oliva

sale

pepe

1 bustina di zafferano

Preparazione

La prima cosa da fare è pulire le sarde. Occorre togliere la testa, le interiora e le lische.

Si tratta di un’operazione piuttosto semplice ma sgradevole. Se preferite potete farvele pulire direttamente dal vostro pescivendolo. 

Su un tegame mettete a scaldare l’olio, quindi fate rosolare la cipolla ben affettata.

Aggiungete le sarde sotto sale e fatele sfaldare nell’olio, fino a formare una crema.

Aggiungete l’uvetta ed i pinoli, mescolate e fate insaporire per 5 minuti.

Aggiungete le sarde, mescolate e fate cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo fate bollire in una pentola il finocchietto selvatico.

Appena cotto scolatelo, conservando l’acqua di cottura.

Tagliate le cime e mettetele nel sugo delle sarde. Se necessario aggiungete qualche mestolo di acqua di cottura del finocchietto.

Aggiungete anche lo zafferano precedentemente fatto sciogliere in mezzo bicchiere di acqua di cottura del finocchietto.

Regolate di sale e pepe e portate a termine la cottura.

Fate cuocere la pasta nell’acqua di cottura del finocchietto, scolatela e mescolatela al sugo delle sarde.

Se volete potete completare il piatto con del pangrattato fatto tostare in padella con un filo d’olio.

Ovviamente io non la so cucinare, ma la so mangiare.

Se poi non avete tempo di cucinarla e volete mangiarla comunque, sul nostro sito potrete trovare il condimento già pronto, che non ci crederete è una vera delizia.

Fatto ancora con la vecchia tradizione catanese.

Se voleste acquistarlo sul nostro sito, insieme a tante altre cose BUONISSIME la troverete a questo LINK, l’azienda Agricola Cutrera un altro valoroso partner di MagnaSicilia.

Allora….cosa ancora, buon appetito e ricordatevi che su MagnaSicilia ci sono solo cose buonissime

pasta con le sarde semplice
pasta alla siciliana – pasta con le sarde semplice

#eccociqua #visitsicily #eccellenzasiciliana #saporiesaperidisicilia #eccellenzegastronomichesiciliane 

#siciliabedda #chistuèfattuccà

#mangiarebene #magnasicilia 

Category
Tags

No responses yet

Rispondi